Q&As

Volete cercare la domanda e risposta pertinente nella vostra lingua? Basta cambiare la lingua nel menu a tendina in alto.

Indietro

Regolamento sui biocidi

Articoli trattati

Come rispettare il BPR per l’immissione sul mercato di articoli trattati che sono stati trattati con, o che contengono, biocidi contenenti principi attivi?
Ai sensi dell’articolo 58, paragrafo 2, del BPR, possono essere immessi sul mercato dell’UE solo gli articoli trattati che sono stati trattati con, o che contengono, biocidi contenenti principi attivi iscritti nell’elenco stilato conformemente all’articolo 9, paragrafo 2 (elenco dell’Unione di principi attivi approvati) per il tipo di prodotto e l’uso pertinenti, oppure nell’allegato I, e sono soddisfatte le condizioni o limitazioni ivi specificate. I principi attivi iscritti nell’allegato I della direttiva 98/8/CE sono stati trasferiti nell’elenco dell’Unione di principi attivi approvati a decorrere dal 1° settembre 2013.
 
Il BPR richiede inoltre che la persona responsabile dell’immissione sul mercato di tale articolo trattato si assicuri che esso sia etichettato quando: 
 
1. si è in presenza di un’indicazione che l’articolo trattato ha proprietà biocide;
2. è un requisito delle condizioni d’approvazione del principio attivo contenuto nel biocida usato per trattare l’articolo.
 
L’etichetta deve fornire le informazioni di cui all’articolo 58, paragrafo 3, del BPR e deve essere facilmente comprensibile e visibile per i consumatori.
 
Maggiori informazioni sugli articoli trattati sono disponibili nella “Note for Guidance on Frequently asked questions on treated articles” (Nota agli Orientamenti sulle domande frequenti sugli articoli trattati) disponibile sul sito web dell’ECHA all’indirizzo:
 
Si noti che l’articolo 94, paragrafo 1, del BPR (modificato dal regolamento (UE) n. 334/2014 dell’11 marzo 2014) intende consentire l’immissione sul mercato di articoli trattati con biocidi contenenti principi attivi che, sebbene non ancora approvati, sono in corso di valutazione, nel contesto del programma di lavoro di cui all’articolo 89, paragrafo 1, del BPR oppure sulla base di una domanda presentata entro il 1° settembre 2016 a norma dell’articolo 94, paragrafo 1. 
 
Il testo del regolamento (UE) n. 334/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 marzo 2014, che modifica il regolamento (UE) n. 528/2012 (BPR) relativo alla messa a disposizione sul mercato e all’uso dei biocidi, per quanto riguarda determinate condizioni per l’accesso al mercato, è disponibile all’indirizzo:
Il mio prodotto è un articolo trattato, un biocida o nessuno dei due?
La decisione se un prodotto sia un biocida, un articolo trattato o nessuno dei due dovrà sempre essere presa caso per caso, tenendo in considerazione tutte le proprietà e le funzioni, nonché l’uso previsto di un articolo. 
 
Un’indicazione, quale ad esempio che un articolo stesso è protetto da un trattamento biocida, è probabile che venga considerata un’indicazione su una proprietà biocida piuttosto che su una funzione biocida ed è improbabile che conduca a una decisione secondo cui l’articolo è considerato un biocida. 
 
Gli Stati membri possono chiedere alla Commissione europea, conformemente all’articolo 3, paragrafo 3, del BPR, di decidere se un prodotto è un biocida, un articolo trattato o nessuno dei due. 
 
Maggiori informazioni sugli articoli trattati sono disponibili in “Note for Guidance on Frequently asked questions on treated articles” (Nota agli Orientamenti sulle domande frequenti sugli articoli trattati) disponibile sul sito web dell’ECHA all’indirizzo:
 
Gli orientamenti includono un albero decisionale che può aiutare a determinare se un oggetto trattato con, o contenente intenzionalmente, uno o più biocidi sia un articolo trattato, un biocida o nessuno dei due.
Il BPR prevede misure transitorie per le prescrizioni in materia di etichettatura e di informazione per gli articoli trattati?
Il BPR non prevede misure transitorie per l’etichettatura di articoli trattati. Ciò significa che tutti gli articoli trattati immessi sul mercato a partire dal 1° settembre 2013 devono rispettare le prescrizioni in materia di etichettatura e di informazione di cui all’articolo 58, paragrafi 3 e 4, del BPR. Si deve notare che le disposizioni dell’articolo 58, paragrafi 3 e 4, riguardano l’immissione sul mercato e non la successiva fornitura dell’articolo trattato e che non esiste un’etichettatura obbligatoria di tutti gli articoli trattati già presenti nella catena di approvvigionamento il 1° settembre 2013. 
 
Va sottolineato che l’obiettivo del legislatore quando impone una prescrizione in materia di etichettatura per gli articoli trattati è quello di consentire ai consumatori di effettuare scelte informate, di facilitare l’esecuzione forzata e di fornire una panoramica del loro uso. Spetta alla persona che immette sul mercato l’articolo trattato assicurarsi che tale obiettivo venga rispettato mentre adempie alle prescrizioni in materia di etichettatura per gli articoli trattati.
Does Article 95 of the BPR apply to treated articles, i.e. can a mixture or article only be treated with or intentionally incorporate a biocidal product containing an active substance if the supplier has submitted a dossier or a letter of access to ECHA?

The requirements of Article 95 do not apply to active substances used only in treated articles governed by Article 58 of BPR. Article 95 applies only to active substances placed on the EU market in biocidal products, or with the intention of being used in biocidal products.

Categories Display